dovolena-na-lodi.info Fitness Espresso 1 Libro Dello Studente Ed Esercizi Pdf

ESPRESSO 1 LIBRO DELLO STUDENTE ED ESERCIZI PDF

Friday, May 10, 2019


2 premessa espresso è stato ed è tuttora il corso di italiano per stranieri più venduto download c1 nuovo corso di italiano espresso esb pdf - c1 nuovo studente e esercizi: 3 nuovo espresso. corso di italiano. libro dello studente e. Get this from a library! Espresso 1: corso di italiano. Libro dello studente ed esercizi. [Luciana Ziglio; Giovanna Rizzo]. Espresso. NUOVO. Luciana Ziglio • Giovanna Rizzo libro dello studente e esercizi. A1. 1 lezione 1. Primi contatti p. 5. • salutare. • chiedere il nome. • presentarsi. • chiedere e . fare la spesa in un negozio di alimentari ed esprimere i nostri.


Espresso 1 Libro Dello Studente Ed Esercizi Pdf

Author:LECIA PAKONEN
Language:English, Spanish, Japanese
Country:South Africa
Genre:Health & Fitness
Pages:232
Published (Last):24.08.2016
ISBN:557-1-37267-129-3
ePub File Size:24.69 MB
PDF File Size:8.15 MB
Distribution:Free* [*Regsitration Required]
Downloads:22567
Uploaded by: MARIANO

Nuovo Espresso 1 Italian Language book Libro dello Studente e Esercizi Pre- owned offers) 5 out of 5 stars 1. Espresso: Libro Dello Studente Ed espresso 1 workbook cd librarydoc26 PDF this Our Library Download File Free PDF Ebook . l'eserciziario per il lavoro a casa). espresso 1 pdf free download 1. libro dello studente ed esercizi' sort by: g. espresso 1 libro dello studente. pdf free download - dovolena-na-lodi.infote - download free audiobook:espresso torrents download.. download espresso. corso di italiano. libro dello studente ed nuovo espresso 1: corso di italiano. libro del-lo studente e esercizi (a1).

Lasciate lavorare gli studenti da soli e poi, dopo una verifica in coppia, controllate in plenum. NUOVO Espresso 1, pagina , enfatizzando con il tono di voce quando si usa ad esempio mi in contrapposizione con a me. Spiegate se necessario la differenza di taglie fra i capi italiani e quelli di altri paesi mostrando una delle numerose tabelle di conversione disponibili in rete.

Se volete, potete anche copiare alla lavagna in disordine i seguenti moduli linguistici e chiedere che vengano distinti quelli usati dal commesso da quelli utilizzati dalla cliente Commesso: Desidera? Soluzione: la signora compra un modello classico. Procedimento: per la descrizione di questo procedimento si rimanda al punto precedente. Soluzione: dire che cosa desidera comprare: Cerco un pullover da uomo. Obiettivo: sviluppare la produzione orale simulando un dialogo tra il commesso di un negozio di abbigliamento e un cliente.

Procedimento: fate leggere ad alta voce i nuovi vocaboli. Se avete preparato dei cartoncini con le immagini fotocopiate senza il nome, fate esercitare i nuovi vocaboli indicando i vari oggetti.

Oppure, dopo un paio di letture ad alta voce, fate chiudere il libro e ripetere il lessico appreso con un procedimento a catena, o facendo passare un oggetto. Formate poi delle coppie e seguite le consegne.

Grammatica: imperativo informale singolare tu ; differenza tra questo e quello. Procedimento: fate ascoltare la traccia a libro chiuso. Fate seguire un ulteriore ascolto e chiedete agli studenti di eseguire il primo compito. Distribuitene una a ogni studente, invitandolo a non mostrarla ai compagni. Consigliate agli studenti di disegnare a matita in modo da poter apportare eventuali correzioni.

Grammatica: il secondo termine di paragone nel comparativo di minoranza e maggioranza. Passate poi alla fase di lettura. Dopo aver verificato la soluzione in plenum, tornate al testo e rispondete a eventuali domande da parte degli studenti. Leggete infine il riquadro e chiedete alla classe come viene espresso il secondo termine di paragone. Procedimento: verificate che gli studenti ricordino i vocaboli proposti. Obiettivo: esercitare la produzione scritta mediante la redazione di una mail informale.

Bisogna premettere che lo studente va sollecitato a rielaborare in modo creativo e autonomo quanto appreso. Entro un certo limite di tempo da voi stabilito: in questo caso dovrebbero bastare una decina di minuti , gli studenti eseguiranno individualmente il compito assegnato.

Stabilite il tempo eguale da dedicare alla correzione di ciascun testo. Procedimento: qui appare per la prima volta uno di quei dialoghi di cui non figura la trascrizione nel manuale. In questo caso si richiede di individuare nel disegno gli indumenti nominati nel dialogo; lo studente deve limitarsi a rispondere ed eseguire tale compito.

Spiegate inoltre agli studenti che un dialogo di cui capissero, a questo livello, ogni singolo dettaglio sarebbe necessariamente non autentico. Fate ascoltare una prima volta il dialogo ed eseguire il compito individualmente.

Formate poi delle coppie, facendo confrontare i risultati. Alternate ascolti e confronti di coppia. Chiedete infine se tutte le coppie hanno risposte uguali. In caso contrario, fate riascoltare il dialogo e verificate in plenum. Mah, ho il mio cappotto, i pantaloni pesanti, i maglioni di lana, le scarpe… Queste qui che porto adesso… No, no, non ci siamo. Prima di tutto il cappotto non ti serve a niente.

300036952-Nuovo-Espresso-2-Guida.pdf

Pantaloni, maglioni e scarpe vanno bene, ma ti servono le cose per sciare! Guarda che a Corvara fa freddo! Dici che devo comprare qualcosa? E allora la devi comprare. Poi sicuramente ti servono i guanti da sci. Il cappotto proprio no! Lo vedi?

Quindi devo portare un costume da bagno! Ah, dici? Vuoi andare a sciare o a nuotare? Procedimento: rileggete ad alta voce i vocaboli e verificate se gli studenti ne ricordano il significato. Procedimento: seguite la consegna.

E inoltre Procedimento: gli studenti leggono individualmente le frasi e i nomi dei negozi della lista. Soluzione: 1. Dove si comprano le medicine? In farmacia. Dove si ripara la macchina?

Chi ha acquistato questo articolo ha acquistato anche

Dal meccanico. Dove si tagliano i capelli? Dal parrucchiere. Dove si compra una guida turistica? In libreria. Dove si compra un quaderno? In cartoleria. Dove si compra un profumo? In profumeria. Obiettivo: ripetere i pronomi in modo ludico soggetto, diretti, indiretti, atoni, tonici. Cerco una guida di Firenze per i miei genitori.

Le piace questa? Senta, loro la possono cambiare se non gli va bene? Commessa Buongiorno. Cerco un cappello per una mia amica. Le piace questo? Cliente Commessa Cliente Buongiorno. Cerco una sciarpa di lana per un mio amico. Cerco due quaderni per due mie amiche. Le piacciono questi? Senta, loro li possono cambiare se non gli vanno bene?

Cerco due cravatte eleganti per mio fratello. Le piacciono queste? Cerco un anello per mia moglie. I compagni devono indovinare in quale negozio si svolge. Seguite le consegne del manuale. Gli studenti lavorano prima individualmente, poi si confrontano a coppie.

Alla fine verificate in plenum.

Dai, vieni anche tu. Hai bisogno di una camicia, no? Buongiorno, posso aiutarLa? Certo, signore. Le camicie da uomo sono da questa parte. Grazie, molto gentile. Allora… Matteo! Come mi sta? Guarda, anche il cappello. Beh, a me piace… uno dei colori del vestito. Ma che dici? Piuttosto, la camicia? Hai deciso? Mah, forse questa… Uhm, grigia? Come questa? Che taglia porti? Mah non so. La 40… 40, ok. Prova questa! A me sembra piccola… Intanto prova questa, vediamo subito se va bene o no. Soluzioni: 1.

Senti, io entro per provarlo. Guarda, anche il cappello; c. Elegante, ma non troppo…; e. Intanto prova questa, vediamo subito se va bene o no. Procedimento: gli studenti leggono il testo individualmente, poi, a coppie, lo completano con i colori confrontando le proprie ipotesi. Chiarite eventuali dubbi di significato e proponete un confronto in plenum sul quesito finale.

Procedimento: prima di proporre la lettura, chiedete agli studenti se conoscono dei nomi di animali in italiano e scrivete alla lavagna quelli che vi verranno dettati. Se necessario, fornite voi la parola farfalla. Mettete infine in evidenza il riquadro sulle due forme la maggioranza e la maggior parte spiegando che sono sempre seguite da un verbo al singolare e vengono usate indistintamente.

Procedimento: verificate innanzi tutto che tutti i vocaboli siano noti. Assegnate circa dieci minuti di tempo, dopo i quali chiederete ai diversi gruppi di riferire i risultati emersi. Dopo aver verificato in plenum quali affermazioni sono vere, quali false, fate ascoltare nuovamente il dialogo, da associare questa volta alle lettura della trascrizione a pagina Fate poi controllare a coppie, infine verificate in plenum.

Chiedete agli studenti quando, secondo loro, viene adoperato, eventualmente stimolandoli con domande mirate. Soluzione: prima tabella: avere: avevo, avevamo; chiamarsi: si chiamava; essere: era; svegliare: svegliava; accompagnare: accompagnava; tornare: tornava; aspettare: aspettava; riuscire: riusciva; vivere: vivevate.

Procedimento: verificate innanzi tutto che il lessico sia noto. Obiettivo: esercitare la produzione orale parlando della propria infanzia.

Procedimento: accertatevi che i quesiti siano chiari. Ti piace? Ma sei impazzito? Ma che… Hai portato un cane! Per Viola? Ma io ho sempre avuto un animale! Ora siamo in tre, in una casa piccola e al terzo piano! Dimmi, chi lo porta fuori? Hm, non lo so, la mattina lo porto fuori io prima di uscire! Ma certo, e anche la sera, quando torno gli faccio fare la passeggiata. No, no, lo devi riportare indietro. Marcella, aspetta.

Sono sicuro che possiamo occuparci di lui senza grandi problemi. Posso, vuoi dire! No, no, io non lo porto fuori, neanche morta!

Nuovo Espresso 1: libro dello studente e esercizi : corso di italiano A1

Ti ho detto che lo porto fuori io! Ma se non sei mai a casa! Parti sempre per lavoro! E quando sei fuori, chi lo porta a fare i bisogni? Ah, certo, a te non interessa! Oddio, ma diventa enorme! Senti, ora porto a letto Viola, poi io e te parliamo! Andiamo a letto, Viola, forza. E senza storie! Grammatica: parole alterate sostantivi e aggettivi in -ino. Dopo un paio di ascolti e relativi scambi di informazioni a libro chiuso, leggete le frasi sotto la consegna e spiegate i vocaboli non noti.

Fate seguire un ulteriore ascolto per consentire di scegliere le affermazioni giuste con la trascrizione del dialogo coperta. Procedete con un confronto a coppie, poi in plenum. Procedimento: invitate gli studenti a rileggere il dialogo del punto precedente e a sottolineare da soli o in coppia le cose che Enrico e Marina facevano normalmente e quelle che hanno fatto una sola volta, e a trascriverle nelle due tabelle.

Procedete con un confronto a coppie, infine in plenum. Procedimento: fate completare le frasi individualmente con le espressioni della lista. E allora la devi comprare. Poi sicuramente ti servono i guanti da sci.

Il cappotto proprio no! Lo vedi?

Saboteurs in A-1

Quindi devo portare un costume da bagno! Ah, dici? Vuoi andare a sciare o a nuotare? Procedimento: rileggete ad alta voce i vocaboli e verificate se gli studenti ne ricordano il significato. Procedimento: seguite la consegna. E inoltre Procedimento: gli studenti leggono individualmente le frasi e i nomi dei negozi della lista.

Soluzione: 1. Dove si comprano le medicine? In farmacia.

Dove si ripara la macchina? Dal meccanico. Dove si tagliano i capelli? Dal parrucchiere.

Dove si compra una guida turistica? In libreria.

Dove si compra un quaderno? In cartoleria. Dove si compra un profumo? In profumeria. Obiettivo: ripetere i pronomi in modo ludico soggetto, diretti, indiretti, atoni, tonici. Cerco una guida di Firenze per i miei genitori. Le piace questa? Senta, loro la possono cambiare se non gli va bene? Commessa Buongiorno. Cerco un cappello per una mia amica. Le piace questo? Cliente Commessa Cliente Buongiorno.

Cerco una sciarpa di lana per un mio amico. Cerco due quaderni per due mie amiche. Le piacciono questi? Senta, loro li possono cambiare se non gli vanno bene? Cerco due cravatte eleganti per mio fratello. Le piacciono queste? Cerco un anello per mia moglie. I compagni devono indovinare in quale negozio si svolge. Seguite le consegne del manuale. Gli studenti lavorano prima individualmente, poi si confrontano a coppie.

Alla fine verificate in plenum. Dai, vieni anche tu. Hai bisogno di una camicia, no? Buongiorno, posso aiutarLa? Certo, signore. Le camicie da uomo sono da questa parte. Grazie, molto gentile. Allora… Matteo! Come mi sta? Guarda, anche il cappello. Beh, a me piace… uno dei colori del vestito. Ma che dici? Piuttosto, la camicia? Hai deciso? Mah, forse questa… Uhm, grigia?

Come questa? Che taglia porti? Mah non so. La 40… 40, ok. Prova questa! A me sembra piccola… Intanto prova questa, vediamo subito se va bene o no. Soluzioni: 1. Senti, io entro per provarlo. Guarda, anche il cappello; c. Elegante, ma non troppo…; e. Intanto prova questa, vediamo subito se va bene o no.

Procedimento: gli studenti leggono il testo individualmente, poi, a coppie, lo completano con i colori confrontando le proprie ipotesi. Chiarite eventuali dubbi di significato e proponete un confronto in plenum sul quesito finale.

Procedimento: prima di proporre la lettura, chiedete agli studenti se conoscono dei nomi di animali in italiano e scrivete alla lavagna quelli che vi verranno dettati. Se necessario, fornite voi la parola farfalla. Mettete infine in evidenza il riquadro sulle due forme la maggioranza e la maggior parte spiegando che sono sempre seguite da un verbo al singolare e vengono usate indistintamente.

Procedimento: verificate innanzi tutto che tutti i vocaboli siano noti. Assegnate circa dieci minuti di tempo, dopo i quali chiederete ai diversi gruppi di riferire i risultati emersi.

Dopo aver verificato in plenum quali affermazioni sono vere, quali false, fate ascoltare nuovamente il dialogo, da associare questa volta alle lettura della trascrizione a pagina Fate poi controllare a coppie, infine verificate in plenum. Chiedete agli studenti quando, secondo loro, viene adoperato, eventualmente stimolandoli con domande mirate.

Soluzione: prima tabella: avere: avevo, avevamo; chiamarsi: si chiamava; essere: era; svegliare: svegliava; accompagnare: accompagnava; tornare: tornava; aspettare: aspettava; riuscire: riusciva; vivere: vivevate.

Procedimento: verificate innanzi tutto che il lessico sia noto. Obiettivo: esercitare la produzione orale parlando della propria infanzia. Procedimento: accertatevi che i quesiti siano chiari.

Ti piace? Ma sei impazzito? Ma che… Hai portato un cane! Per Viola?

You might also like: LIBRO EL PERFUME PDF

Ma io ho sempre avuto un animale! Ora siamo in tre, in una casa piccola e al terzo piano! Dimmi, chi lo porta fuori? Hm, non lo so, la mattina lo porto fuori io prima di uscire! Ma certo, e anche la sera, quando torno gli faccio fare la passeggiata. No, no, lo devi riportare indietro. Marcella, aspetta. Sono sicuro che possiamo occuparci di lui senza grandi problemi. Posso, vuoi dire! No, no, io non lo porto fuori, neanche morta! Ti ho detto che lo porto fuori io!

Ma se non sei mai a casa! Parti sempre per lavoro! E quando sei fuori, chi lo porta a fare i bisogni? Ah, certo, a te non interessa! Oddio, ma diventa enorme! Senti, ora porto a letto Viola, poi io e te parliamo! Andiamo a letto, Viola, forza. E senza storie! Grammatica: parole alterate sostantivi e aggettivi in -ino. Dopo un paio di ascolti e relativi scambi di informazioni a libro chiuso, leggete le frasi sotto la consegna e spiegate i vocaboli non noti.

Fate seguire un ulteriore ascolto per consentire di scegliere le affermazioni giuste con la trascrizione del dialogo coperta. Procedete con un confronto a coppie, poi in plenum. Procedimento: invitate gli studenti a rileggere il dialogo del punto precedente e a sottolineare da soli o in coppia le cose che Enrico e Marina facevano normalmente e quelle che hanno fatto una sola volta, e a trascriverle nelle due tabelle.

Procedete con un confronto a coppie, infine in plenum. Procedimento: fate completare le frasi individualmente con le espressioni della lista. Fate verificare a coppie, controllate poi in plenum. Evidenziate le frasi nel riquadro e spiegate che con espressioni come di solito, normalmente, tutti i giorni, ecc. Successivamente mostrate, appunto, le domande, e chiedete agli studenti se contengono parole non note. Invitateli a completare il testo, procedendo con un confronto a coppie, da variare almeno una volta.

Dopo un paio di letture e relativi confronti, procedete con una verifica in plenum e passate al compito successivo. Leggete ad alta voce le frasi di pagina 29 e verificate che siano comprese. Fate svolgere il compito individualmente, procedete con un confronto a coppie, infine in plenum. Dello sport? Formate delle coppie e date il via al confronto. Successivamente potete formare coppie diverse e chiedere a ciascuno studente di riferire al nuovo compagno le informazioni ricevute da quello precedente in merito alla sua infanzia.

Dopo la fase di scrittura, formate quindi dei piccoli gruppi e avviate il confronto. Obiettivo: riflettere sui nomi alterati. Grammatica: i sostantivi alterati in -ino e -one. Illustrate il significato conferito alla parola di base da questi due suffissi. Potete eventualmente specificare che alcuni nomi derivati hanno perso il loro carattere generico riferito alle sole dimensioni e si sono consolidati nella lingua con un significato ben circoscritto per es.

Procedimento: scrivete alla lavagna le parole della lista e chiedete agli studenti se ne conoscono il significato. Trascrizione: Laura: Ciao, Federico! Come va? Federico: Bene, bene. Allora, dalla tua telefonata non ho capito molto, ma sono venuto lo stesso.

In macchina, come mi hai detto. Ma che dobbiamo fare? Laura: Ma niente, i miei sono partiti e ho deciso di venire qui per prendere tutti i miei libri. Per questo mi serve il tuo aiuto. Federico: Ah, ok, adesso ho capito.

In questo terrazzo ho passato la mia infanzia. Federico: Ma dai! Le piacevano soprattutto le rose! Era anche carino. Che scemi! Senti, ma hai fotografie di allora, no? Ma certo! Non mi dire che le vuoi vedere! Sono curioso! Ma che bambina! Beh, qui non ero tanto bambina, avevo 17 anni… Guarda: qui ero al concerto degli Oasis!

Guarda che minigonna, mamma mia che vergogna! Tu da ragazzo andavi ai concerti? Federico: Come no!E ora mettiamo in pratica! Cerco una sciarpa di lana per un mio amico. Ma chi? Ma sei impazzito? Lasciate lavorare gli studenti da soli e poi, dopo una verifica in coppia, controllate in plenum.

LYNDSEY from Murfreesboro
Feel free to read my other posts. I'm keen on dowsing. I fancy immediately .